domenica 20 marzo 2011

REFERENDUM e FUTURO



Il referendum che (è quasi certo) andremo a vorare il prossimo 12 giugno è un evento storico. Abbiamo la responsabilità di su due aspetti fondamentali della nostra vita:
  1. come vogliamo che sia gestito l'accesso all'acqua per i nostri figli, le future generazioni. Se l'acqua dev'essere considerata una merce con cui soddisfare un bisogno oppure un bene comune da salvaguardare per garantire un diritto umano (il DIRITTO ALLA VITA);
  2. come vogliamo continuare a vivere: condiderando o ignorando i limiti (oggettivi) del nostro pianeta? I rischi di una centrale nucleare ad Alberobello (magari a forma di trullo) valgono una vita passata con le magliettine in inverno e giacca e cravatta d'estate? L'angoscia delle radiazioni dietro l'angolo vale la "ebbrezza" di città illuminate giorno e notte, edifici che divorano energia per riscaldarsi e raffreddarsi a finestre aperte.

I nuclearisti hanno messo la sordina al Giappone. Per loro non è un problema, controllano televisioni e giornali, che hanno già declassato Fukushima nelle pagine interne. Nelle versioni on line è scivolato al terzo o quarto posto. Sedare, sopire, prendere per il culo con ritirate strategiche per arrivare al referendum in silenzio. In modo da non raggiungere il quorum. La Prestigiacomo, unico ministro dell'Ambiente nuclearista nel mondo, ha dettato la linea: "E' finita, non possiamo mica rischiare le elezioni per il nucleare. Non facciamo cazzate. Bisogna uscirne ma in maniera soft. Ora non dobbiamo fare nulla, si decide tra un mese." Per queste persone le elezioni, e il potere che ne consegue, sono la priorità, non la salute dei nostri figli. Se ne devono andare.
Ps: Le "Facce da nucleare" dell'opposizione che si sono assentate alla votazione per l'accorpamento del referendum con le elezioni amministrative sono: Capano, Cimadoro, Ciriello, D'Antona, Farina, Fassino, Fedi, Gozi, Madia, Mastromauro, Porcino, Samperi.
- Scarica il volantino delle "Facce da nucleare" e diffondilo
- Partecipa a "Spegni il nucleare" su FB

(www.beppegrillo.it)

1 commento:

fabrizio ha detto...

Centrali nucleari=bombe atomiche... ma vicino casa nostra. Se si rompe una barra di uranio siamo morti.