venerdì 26 febbraio 2010

Guerrilla Gardening ad Altamura 28.2.2010

Errata corrige: ci segnalano che l'iniziativa è della Fabbrica di Niki di Altamura.
Provvediamo a correggere, ma facciamo notare che abbiamo attinto alla pagina facebook (il link più sotto) in cui non si faceva riferimento alla Fabbrica.
Rispediamo al mittente le insinuazioni rispetto ai presunti problemi che avremmo a rettificare: noi guardiamo all'iniziativa non al contenitore!
E voi?




Cosa accade quando un gruppo più o meno organizzato di cittadini decide di impiegare una mattinata ad abbellire la propria città ridando vita a delle aiuole malate, quasi morte?
Fanno quello che in inglese si chiama Guerrilla-gardening
La proposta semplice quanto rivoluzionaria (soprattutto per l'altamurano pensiero: fatti-i-kz-tuoi-e-campi-cent'anni) è di un giovane di Altamura: Giovanni Diele e della Fabbrica di Niki.

L'appuntamento è per domenica 28 alle 9,00 a p.zza Santa Teresa che attualmente ospita uno degli più brutti esempi di brutture urbane: un cesso (in tutti i sensi) pubblico in cemento armato grigio e griglie di ferro! In un Volantone di ottobre 2008, a firma del MeetUp ilGrillaio e di Senzareti, si legge:
Era il 1987 quando la piazza antistante la omonima chiesa viene “impreziosita” da un vespasiano da fare invidia alle migliori costruzioni romane per "bellezza" e "armonia". Il monumentale vespasiano, firmato da un architetto della nostra amata cittadina, è costato circa due miliardi delle vecchie lire (ottocento i milioni spesi per il solo impianto di sollevamento dei liquami, sotto quota rispetto alla fogna esistente).
Riappropriarsi della coscienza del BENE COMUNE e del senso del bello!

Riportiamo l'invito di Giovanni dalla pagina facebook:

Coltivatori diretti, coltivatori indiretti, giardinieri d'Altamura,uomini e donne dall' alluce verde,
siete chiamati a partecipare ad un'azione dimostrativa con la missione di rendere uno spazio di piscio e merda di cane, un piccolo giardino colorato che possa rendere piacevole la sosta dei pendolari che sostano in piazza S.Teresa per prendere il bus, e in genere per anziani e bambini che vivono la piazza.

E' un’operazione di guerrilla gardening, ovvero un'azione di giardinaggio d'assalto.

L’idea è semplice: in ogni città c’è un’aiuola abbandonata, un pezzo di verde pubblico lasciato a sè stesso. Se ne sceglie uno e lo si abbellisce.Avremo bisogno di piantine, terriccio e attrezzi, accertatevi e non infrangeremo nessuna regola.
Chi vuol partecipare venga domenica mattina 28.02 dalle ore 9:00 in poi, portando una piantina o dei fiori anche simbolici,(chi volesse si prepari ad una tenuta agricola) e insieme grandi e piccoli faremo una piccola azione per migliorare uno spazio centrale della città.

Noi lo facciamo a gratis, speriamo che chi di dovere se ne prenda cura dopo!
venite numerosi!!!

Una foto di piazza santa Teresa pulita!

2 commenti:

Silvio ha detto...

E' un'attività organizzata da "La Fabbrica di Nichi" di cui Giovanni Diele è un attivissimo "operaio", ma non l'unico! non è un'iniziativa fatta da un semplice illuminato, ma è nell'ottica di un progetto ben più ampio, e cioè quello di sostenere, divulgare e promuovere la buona politica, quella che abbiamo molto spesso avuto in questi 5 anni di governo Vendola!

Silvio ha detto...

Vi invito molto caldamente a preparare un'errata corrige della notizia sul blog e via mail.
Quell'iniziativa è una cosa comune della Fabbrica di Nichi di Altamura.
Se questa cosa vi crea problemi, preferisco non mettiate affatto la notizia!