mercoledì 21 luglio 2010

Benedetta ricchezza!



Il rampollo dei Columella, Saverio, convolato a nozze in pompa magna (foresta di fiori, auto super-lusso, body-guards, fotografi, cineoperatori, vips, musiche profane e schiavi originali negri che scacciavano le mosche dei presenti) ha causato le ire del Vescovo. Il vescovo arrabbiato è mons. Paciello che si è scagliato contro queste "nozze da teatro di posa, musiche proibite durante le azioni liturgiche, suscita giustificata indignazione nel popolo, [...] è una ricchezza che dà scandalo e non ha rispetto del prossimo" (leggi tutto). Per un vescovo che si arrabbia, c'è un arcivescovo che se ne rallegra: quello che ha celebrato il matrimonio in questione (ops!), mons. Michele Castoro.
Lo stesso che ha inaugurato la nuova cripta tutta d'oro di Padre Pio: roba di lusso!
Ognuno, però, è libero di scegliersi il vescovo che più gli aggrada ed i Columella non si fanno mancare niente, neanche il monsignore.
Che si sia trattato di una deviazione dalle norme cristiane (sobrietà per esempio) sembra abbastanza evidente, ma riteniamo che il Vescovo possa e debba usare la penna per questioni più scottanti di questa. Per esempio sull'acqua nulla è stato detto da parte della diocesi per incoraggiare i fedeli a salvaguardare un bene comune e sacro che tanto conta (anche e non solo) per i cristiani. L'acqua che coincide con la vita è ridotta a merce nel quotidiano (uso dell'acqua in bottiglia) di gran parte di noi ed in tanti campi estivi parrocchiali si continua ad utilizzare l'ACQUA CHE SPRECA L'ACQUA (per fabbricare una bottiglietta di plastica si impiegano 10-14 litri di acqua).

Ci sembra poi stridente la benedizione, da parte dello stesso vescovo, delle Ferrari che sfilano per le città di Gravina ed Altamura (leggi qui) ed il fatto che portino in giro bambini con handicap non le trasforma in un simbolo di sobrietà. Sono o no, anche queste l'emblema di una "ricchezza che dà scandalo e non ha rispetto del prossimo"?
Chi spende centinaia di migliaia di euro per il proprio matrimonio fa un uso irresponsabile del proprio denaro, o no?
Chi si indebita per la prima comunione "con lo sparo" dei propri figli ha perso il senno o no?
Chi spende centinaia di migliaia di euro per il gusto di guidare un'auto sportiva bassa e rossa fa un uso irresponsabile del proprio denaro, o no?
Chi decide di rivestire d'oro una cripta, in un periodo nero per molte famiglie, fa un uso irresponsabile del denaro, o no?
Ma non bisognava scegliere tra Dio e Mammona?

1 commento:

zekus ha detto...

ma qualcuno con le palle esistera' in questo mondo? qualche difensore dei giusti?
chinano tutti il capo e tirano fuori la lingua davanti ai soldi ... non e' vero vescovini dei c@££0?