martedì 29 maggio 2012

NICHI e i mercanti dell'ACQUA


"Su rifiuti, trasporti e acqua abbiamo la necessità di mettere in piedi, entro il 30 giugno, il quadro complessivo della regolazione perché si arrivi, a fine dicembre, alla cessazione delle municipalizzate e all’apertura del mercato ai privati." Chi l'ha detto?
RONCHI? Noooooo
MONTI? Noooo
PASSERA? Noooo
A fare queste dichiarazioni alla Gazzetta del Mezzogiorno è stato niente popodimeno che l'alter ego di Nichi Vendola.
Nicola (detto Nichi) Vendola, governatore pugliese scopre sue le carte. A pochi mesi dalle elezioni politiche non puoi mica pensare di riproporre le solite filastrocche sull'ACQUA, o sui beni comuni. 
MA VE LO RICORDATE alla vigilia delle Regionali 2010 mentre poeticamente sbraitava nella sala intitolata a T.Fiore... ACQUA PUBBLICA... l'Acquedotto Pugliese ("il mio gioiellino"!!!) da portare sotto il controllo pubblico... e tutti a bocca aperta... e giù ad applaudire, abbracci, strette di mano... la foto col bambino (VIDEO)... E poi quando prometteva la ripubblicizzazione dell'AQP in conferenza stampa prima delle elezioni (nella sede dello stesso acquedotto). Fino ad arrivare alla cosiddetta "legge per la ripubblicizzazione dell'AQP" (su cui più volte abbiamo espresso i nostri dubbi), lanciata in pompa magna il giorno dopo il referendum, salvo poi dichiarare di non poter dar seguito all'attuazione del secondo quesito referendario.
Chissà cosa penseranno tutti quelli delle varie Fabbriche che gli avevano pure creduto, gli "operai" di Nichi che ci hanno invitato a parlare del Diritto all'Acqua sono stati tanti (Ruvo, Barletta solo per citarne un paio). 
Noi - che più che creduto ci avevamo sperato - siamo più incazzati che sorpresi. 
Con o senza Nicola Vendola intendiamo difendere i beni comuni e, in particolare, l'ACQUA.
E poi, caro Nichi, se sei a corto di argomenti (in vista della tua candidatura a premier) potresti parlare della riforma dell'art. 81 Cost. e lasciare in pace l'acqua!



1 commento:

Anonimo ha detto...

p